ASSEMBLEA SOCIALE 2017: I RISULTATI

18300885 1329966217080399 6196913940742527672 nNel corso di un'attenta e partecipata assemblea sociale, sono stati eletti Consiglieri per il prossimo mandato triennale (in ordine alfabetico): Angelini Nicola, Giantomassi Filippo, Leonardi Giovanni, Lupini Mario, Romanucci Paola, Squarcia Claudio, Stella Nazzareno, Vallesi Valeriano, Vitelli Alberto. Sono stati eletti nel Collegio dei Revisori dei conti: Marinelli Isabella, Mastrangelo Vincenzo, Onori Rosamaria. Il prossimo Consiglio eleggerà al suo interno anche il Presidente per il prossimo triennio. Un ringraziamento di cuore al Consiglio e al Collegio uscenti e buon lavoro ai neo eletti! 

IL TRENTO FILM FESTIVAL PER IL CENTRO ITALIA

18193885 1299993973416632 490939778181057854 n

Anche al prestigioso Film Festival di Trento si è parlato del ruolo dei sentieri e del CAI nel post-sisma:

 

Intervento Paola Romanucci Pres. sez. Cai di Ascoli Piceno su prospettive e proposte per il ritorno (da min 13:10)

https://www.facebook.com/clubalpinoitaliano/videos/1299279443488085/

 

Intervento vice Presidente  CAI Antonio Montani su Catasto Sentieri e iniziative del sodalizio

https://www.facebook.com/clubalpinoitaliano/videos/1299362893479740/

 

Intervento Annibale Salsa, past President CAI su natura  e interazioni del sentiero

https://www.facebook.com/clubalpinoitaliano/videos/1299316376817725/

DOMENICA 21 MAGGIO: ASSIEME IN CAMMINO NEL PARCO NAZIONALE DEI MONTI SIBILLINI

locandina In cammino 2Domenica 21 Maggio, in occasione delle edizioni annuali di In Cammino nei Parchi e della Giornata Nazionale dei Sentieri, le sezioni marchigiane si danno appuntamento al Santuario di Macereto (Visso) per una escursione di solidarietà con le comunità e con l'intero territorio del Parco Nazionale dei Monti Sibillini, pesantemente colpiti dal sisma.  Al termine, una degustazione con prodotti locali.  

E' importante partecipare in tanti a queste giornate dal forte valore simbolico, per dimostrare che forme di ritorno sono già possibili, sui Sibillini e vicino ai paesi colpiti dal sisma, a fianco di chi resiste e di chi desidera tornare.  Info e prenotazioni in sede. 

MERCOLEDI 10 MAGGIO h21: PRESENTAZIONE DEL CICLO "L'ALTRO SENTIERO"

Valle di TarantaAlberico Alesi e Maurizio Calibani, autori della collana da cui è mutuato il titolo degli incontri, sono da sempre dediti a un escursionismo esplorativo, che ci insegna a scoprire e riscoprire il fascino antico di territori vicini e, purtuttavia, spesso sconosciuti.  Un approccio culturale affine al Club Alpino, in specie adesso che le nostre montagne necessitano, più che mai, di una frequentazione consapevole e attenta.


 

Il sentiero della Libertà 

L’originalità di questa lunga traversata sta nel fatto che il passaggio da un versante all’altro non avviene in modo brusco, ma gradualmente, attraverso il vastissimo e possente versante sudorientale della Majella, solcato da fossi e profondi valloni pietrosi. Arido, inospitale, coperto di erba e sassi, l’immenso, monotono pendio ha un suo fascino particolare che vi catturerà lentamente, aiutandovi a dimenticare il deludente Guado di Coccia. 

Veramente splendida, dalla cresta che lo delimita, la vista sulla grandiosa valle di Taranta, chiusa da alte pareti (in una delle quali è situata la famosa grotta del Cavallone), lunare nella parte alta e… terrestre solo in basso, dove il grigio del pietrame lascia gradualmente spazio al verde della vegetazione. 

Il primo tratto della traversata, sino al Guado di Coccia, era parte dell’antica e una volta frequentatissima mulattiera che collega Campo di Giove a Palena (come dimostra la presenza, in soli 2 Km di sentiero, della chiesa Madonna di Coccia e del convento di S. Nicola). È stato utilizzato durante la seconda guerra mondiale dai partigiani che volevano raggiungere gli alleati attraversando quella “terra di nessuno” che divideva questi ultimi dai tedeschi. A percorrere il “Sentiero della Libertà” (da Sulmona a Casoli, per Campo di Giove, Palena e Gamberale) ci fu anche il sottotenente Carlo Azeglio Ciampi, futuro Presidente della Repubblica. Il 27 marzo 1944 egli, proveniente da Scanno, dopo 3 giorni di marcia forzata in una tormenta di neve, “che fece sparire, come inghiottiti dal vento, alcuni di noi”, guidato con altri partigiani da due pastori, giunse stremato a Taranta Peligna (da un articolo di A. De Nicola, il Messaggero, 17.5.2001). 

DALLA PARTE DELLA MONTAGNA: PARTECIPA AL MONITORAGGIO DEI SENTIERI !

17862795 1296186313791723 3936842497654215309 n


Dopo la crisi sismica e l'emergenza neve, è necessario e urgente verificare lo stato dei sentieri su Monte Ceresa, Monti Gemelli, Monti della Laga, Parco Nazionale Monti Sibillini.   I chilometri da percorrere sono tanti: i Soci che hanno buona volontà e sufficiente dimestichezza con gps e cartine, sono invitati a prendere contatto con la Sezione (referente: Antonio Palermi).   Coloro che hanno già tracce e/o relazioni rilevate a partire dal mese di febbraio 2017 (dopo l'emergenza neve) sono gentilmente invitati a metterle a disposizione della Sezione, compilando la scheda allegata e inviandola con la traccia a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. o Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo..  
Anche l'applicazione GeoResq, gratis per i Soci in regola con l'iscrizione, contiene la funzione "Tracciami", che permette di archiviare i percorsi georeferenziati sul sito.
Ci pare un modo molto concreto di contribuire alla ritorno e alla rinascita nel nostro territorio montano.  Aspettiamo il vostro contributo!

Attachments:
Download this file (scheda MONITORAGGIO SENTIERI.pdf)scheda MONITORAGGIO SENTIERI.pdf[ ]44 kB

Escursione in mtb 30 aprile 2017 - "pedalare per non dimenticare"

6. il castello di Arquata

Anche il secondo dei sette appuntamenti del ciclo “pedalare per non dimenticare” inseriti nel programma Slowbike 2017 è dedicato al territorio di Arquata del Tronto duramente colpito dagli eventi sismici che si sono succeduti dal 24 agosto in poi. La nostra iniziativa vuole essere testimonianza attiva di quei luoghi, per portare oltre i confini della nostra regione quanto ci sia ancora da fare. Abbiamo aperto una pagina facebook del Gruppo Slowbike CAI Ascoli Piceno appositamente dedicata al racconto dell'iniziativa "pedalare per non dimenticare". Dopo essere stati sul versante nord, percorreremo stavolta il versante sud, con un escursione di circa 17 km e 600 m di dislivello, con fondo misto su asfalto, brecciata e sterrato. Si parte sempre da Trisungo (605 m) alla volta di Faete (756 m) e Spelonga (946 m), passando per la Madonna dei Santi (1128 m) e la Madonna della Neve. A breve troverete le informazioni dettagliate dell'escursione su www.slowbikeap.it

A causa delle restrizioni imposte dall'Amministrazione Comunale di Arquata del Tronto, comprensibilmente complesse, dobbiamo richiedere permessi NOMINALI per l'accesso alle zone interdette: a tale proposito, la nostra escursione è aperta ai soli soci CAI e per l'iscrizione e relativa richiesta di permesso di accesso, dobbiamo chiedervi di inviarci la vostra adesione entro e non oltre MERCOLEDI' 26 APRILE, corredata, oltre che da nome e cognome del partecipante, anche da indicazione del luogo e della data di nascita e dell'indirizzo di residenza. Vi ringraziamo per la collaborazione per la riuscita di questa nostra impegnativa iniziativa, della cui importanza, siamo sempre più convinti.

Martedì 25 aprile La Festa di S. Marco e del XXV Aprile al Rifugio Paci

 

Laghetto Tritone 1

Per la sezione CAI di Ascoli Piceno il 25 aprile è un giorno importante e dai molteplici

significati: è la Festa di San Marco che da tempo immemorabile gli ascolani

festeggiano con la più classica e popolare tra le gite di primavera fuori porta;

è la Festa della Liberazione, ricorrenza nazionale del giorno in cui ci fu

l'insurrezione armata della città di Milano, sede del comando partigiano,

assurto poi a simbolo della liberazione dell’Italia intera dal regime fascista.

La scelta di San Marco non è casuale in quanto il luogo fu teatro della

prima Resistenza italiana dopo l’8 settembre ’43 con il sacrificio di molti

giovani partigiani avvenuto il 2-3 ottobre; infine, è la festa sociale della

Sezione che ogni anno si festeggia con allegria al Rifugio CAI “Mario Paci”,

dopo aver fatto una bella escursione mattiniera, questa volta insieme agli amici di

Amatrice.

Per Informazioni ed iscrizioni: apertura sede mercoledì e venerdì ore 19-20,

oppure consultare il sito www.caiascoli.it  dove è pubblicata la relazione dell’escursione.

Parco dei Cento Laghi - Appennino Parmense - 29-30 aprile - 1° maggio 2017

CentoLaghi foto articolo sito

 

Sono aperte le iscrizioni al Trek nel Parco dei Cento Laghi. Una  tre giorni  attraverso alcune delle più importanti e suggestive zone umide di tutto

l’Appennino Parmense, tra torbiere e suggestivi laghi, in filo di cresta,

tra faggete estreme e praterie d’alta quota, a cavallo tra Emilia e Toscana,

in parte  nel Parco Nazionale dell’Appennino Tosco Emiliano ed in parte nel Parco Regionale delle Valli del Cedra e del Parma.

Un cammino lungo il “Crinale dei laghi” dove si adagiano innumerevoli specchi d’acqua di origine glaciale: gemme dalle più svariate gradazioni

di colore e dalle più diverse dimensioni, dal minuscolo Lago Martini al grande Lago Santo.

 

 

Informazioni e iscrizioni presso la Segreteria del CAI di Ascoli Piceno, in via Serafino Cellini n. 10, ogni mercoledì o venerdì, dalle  19 alle 20,

o  telefonando a Manuela Barbizzi (339 2033968), Nicola Angelini (377 1734491)

e Mario Lupini  (328 2080694).

 

Stante la necessità di confermare il noleggio del pullman si prega di comunicare immediatamente il proprio interesse alla partecipazione.

Attachments:
Download this file (CentoLaghi2017_relazione.pdf)CentoLaghi2017_relazione.pdf[ ]1598 kB

Martedì 11 aprile Presentazione I Corso base Intersezionale di cicloescursionismo

2017 III Corso mtb Locandina ap fm piccolo

Martedì 11 aprile alle 18,30 presso la sede di via Cellini 10 sarà presentato il primo Corso base intersezionale di cicloescursionismo. Quest'anno le sezioni di Ascoli Piceno e Fermo uniscono forze e territori, in un momento ove più che mai la vicinanza è fondamentale e vi aspettano al I Corso base che avrà luogo dal 19 aprile al 21 maggio 2017 secondo modalità e calendario che troverete nel pieghevole. Il cicloescursionismo appassiona e diverte, ci porta a scoprire angoli spettacolari di natura insospettata: per farlo in sicurezza e nel rispetto dell'ambiente è necessario informarsi e formarsi, dotandosi di un bagaglio minimo ma sufficiente di conoscenze tecniche e culturali. Per informazioni e iscrizioni scrivete a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. o rivolgetevi in sezione: la scadenza è fissata al 14 aprile.

 

Domenica 9 Aprile 2017 Pedalare per non dimenticare: Arquata del Tronto

Trisungo mtb

Il primo dei sette appuntamenti del ciclo “Pedalare per non dimenticare” inseriti nel programma Slowbike 2017 è dedicato al territorio di Arquata del Tronto duramente colpito dagli eventi sismici che si sono succeduti dal 24 agosto in poi. Oltre al capoluogo, completamente distrutto, ed al sottostante Borgo, ci sono altre due località che hanno subito gravi danni – Pretare e Piedilama – di cui prenderemo coscienza nel corso del nostro passaggio; è la prima iniziativa escursionistica che si svolge in quei luoghi e vuole essere un segno di speranza perché essi tornino nuovamente a vivere. L’escursione costituisce anche un sopralluogo per verificare lo stato in cui versano alcuni sentieri ed in particolare il Sentiero dei Mietitori, uno dei più conosciuti e frequentati itinerari dei Sibillini. Non secondario sarà il contatto che potremo avere con le persone del posto, così da capire le cose che potremo fare per dare loro una mano fattiva. Trattandosi di un’escursione che ha le suddette finalità ed in cui si passerà in zone interdette per le quali sono necessarie autorizzazioni preventive, la partecipazione è stata limitata ai soli soci che abitualmente frequentano le nostre iniziative, ma non mancheremo di dare ampio resoconto di quanto visto. Sui siti www.caiascoli.it e www.slowbikeap.it è pubblicata la relazione dell’escursione.

 

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta.

Approvo