SABATO 18 GENNAIO H18:15 Incontri D’Inverno 2019 : Bottega del Terzo Settore, Corso Trento e Trieste n.18 (ex cinema Olimpia)

FRANCESCO SALADINI E MAURIZIO CALIBANI, PILLOLE DI STORIA DEL CAI DI ASCOLI NEL NOVECENTO
Montagna, ma non solo. L’incontro con Francesco Saladini, avvocato, classe 1933 e Maurizio Calibani, insegnante in pensione, classe 1937, tra i pionieri dell’alpinismo ascolano moderno, si pone in continuità ideale col racconto di Dario Nanni, nel solco della storia della sezione CAI ascolana.  Questa volta, per narrarne mutamenti, lacerazioni e ricomposizioni che ne svelano, almeno in parte, l’identità odierna, radicata in un consapevole impegno ambientalista e sociale.  Francesco e Maurizio sono stati difatti tra i protagonisti della scissione del Gruppo Alpinisti Piceni da un CAI ascolano ancora impaludato in un alpinismo di rappresentanza, in cui infine riconfluiranno con i loro compagni, per cambiarne radicalmente contenuti e metodi anche grazie ad una fertile 'contaminazione' con l'ambiente dell'alpinismo romano. Seguirà nei decenni successivi la stagione delle lotte ambientaliste contro gli scempi ambientali e per la costituzione del Parco Nazionale dei Monti Sibillini.

 

Attachments:
Download this file (Il CAI ascolano nel 900.pdf)Il CAI ascolano nel 900.pdf[ ]798 kB
Download this file (locandina_compressed.pdf)locandina_compressed.pdf[ ]1048 kB
Download this file (pieghevole-web.pdf)pieghevole-web.pdf[ ]428 kB

SICURI CON LA NEVE 2020

Incontri D’Inverno 2019 : SABATO 11 GENNAIO 18:15 Bottega del Terzo Settore, Corso Trento e Trieste

Maria Luce Sestili e Dario Nanni, Antonio Orsini, un gigante ai confini del Regno

Maria Luce Sestili, insegnante ascolana presso il prestigioso Istituto Tecnico Agrario “C. Ulpiani”, ha dedicato anni di ricerca a ricostruire la vita del conterraneo Antonio Orsini, personaggio di straordinaria poliedricità: farmacista, botanico, scienziato e scopritore di nuove specie vegetali e animali, stimato dai più celebri colleghi europei.  Ma anche pioniere dell’alpinismo appenninico e primo salitore del Corno Piccolo, come ha svelato l’arch. Dario Nanni.  E ancora, patriota e ufficiale nella Prima Guerra d’Indipendenza, quindi decorato e nominato senatore. Uno spirito curioso e indomito che incarna lo spirito laico ottocentesco, nel suo ribollire di aneliti alla libertà della scienza contro l’oscurantismo, all’indipendenza dei popoli dalla tirannia. Grazie alla scrittura scorrevole di Maria Luce e al ricco sfondo epistolare e iconografico, il bizzarro e affascinante “Sor Antonio” si staglia a paradigma di una rinascenza culturale, politica e morale: eroe dell’Italia migliore, non fatta “per viver come bruti, ma per seguir virtute e canoscenza”.

Attachments:
Download this file (locandina_compressed.pdf)locandina_compressed.pdf[ ]1048 kB
Download this file (pieghevole-web.pdf)pieghevole-web.pdf[ ]428 kB

RIFUGIO ZILIOLI DI NUOVO CHIUSO PER INAGIBILITA'

Dopo la recente apertura vandalica del rifugio Zilioli, inagibile e chiuso per ragioni di sicurezza con un lucchetto a combinazione in possesso del Soccorso Alpino per le emergenze, i soccorritori sono ancora una volta saliti sul Vettore a ripristinarne la chiusura.  Non possiamo che censurare la vergognosa mancanza di rispetto verso una struttura di pubblico interesse e nei riguardi dell'impegno dei volontari che se ne occupano, con dedizione e generosità. 

IL PRIMO 'INCONTRO D'INVERNO' COI GIGANTI VERDI D'ITALIA.

Sabato 7 dicembre si è tenuto il primo dei nostri Incontri d'Inverno presso la Bottega del Terzo Settore, alla presenza di un pubblico numeroso e attento.  Un caloroso grazie al nostro 'autista' speciale Valido Capodarca, che al volante di un immaginario autobus ci ha guidato lungo tutta l'Italia alla scoperta degli affascinanti giganti verdi e delle loro storie. https://www.facebook.com/caiascolipiceno/posts/2586412791435729

 

 

 

 

Corso Sciescursionismo e telemark

La "Scuola intersezionale Sci di fondo Escursionismo - free heel" organizza un corso intermedio e avanzato di sciescursionismo e telemark.

 

IL BOLLINO 2020 VI ASPETTA IN SEDE!

Carissimi Soci,

vi aspettano in sede i nuovi bollini:
Soci Ordinari € 45,00
Soci Familiari € 24,00
Soci Giovani €16,00
(dal secondo Socio Giovane dello stesso nucleo familiare: €9,00)
Soci Juniores (età compresa tra 18 e 25 anni) €24,00
Tessera €5,00 (una tantum)
Sono Soci Familiari i componenti della famiglia del Socio ordinario e con esso conviventi. Sono Soci Giovani i minori di anni 18.

VENITE A RINNOVARE LA TESSERA, OPPURE A ISCRIVERVI!  Abbiamo bisogno della montagna... e la montagna di noi.

 

INCONTRI D'INVERNO - Venerdì 13 dicembre h18:15, Bottega del Terzo Settore, C.so Trieste (ex cinema Olimpia)

Dario Nanni, Le origini: La fondazione dell’alpinismo e del CAI di Ascoli nell’Ottocento

Dario Nanni, architetto, alpinista e Past President della nostra Sezione, è originario di Spelonga di Arquata, paese che vanta un tributo di uomini alla gloriosa battaglia di Lepanto, celebrata dalla triennale e oramai nota Festa Bella. E dalla terra arquatana Nanni trae, oltre che uno spiccato talento per le rime, anche la sua passione per la storia locale, che traduce in ricerche certosine e diffonde con libri e articoli.  In questa edizione degli Incontri lo troviamo in doppia veste: come co-relatore della figura straordinaria di Antonio Orsini accanto a Maria Luce Sestili, ma soprattutto come narratore delle origini ottocentesche di una delle più antiche sezioni del Centro Sud, che diramano ben oltre gli angusti confini di una provincia.  Un’occasione da non perdere, per i Soci, per i simpatizzanti e per tutti coloro che frequentano il Club Alpino Italiano e la montagna.

 

GIÚ LE MANI DALLA MONTAGNA DI TUTTI.

Domenica 8 dicembre ai Pantani di Accumoli c'erano oltre 250 Soci provenienti dalle Marche, dal Lazio e dall'Umbria, un bel gruppo di Legambiente Marche e alcuni residenti locali. Assieme per dire NO all'ennesima inutile volumetria decisa in sordina all'ombra del sisma, per illudere cinicamente le popolazioni che costruire di più in montagna risolleverà l'economia. Assieme per dire SÍ alla ricostruzione e alla riapertura urgente dei tanti rifugi che giá esistono nella zona, SÍ al turismo lento, rispettoso e costante nell'arco dell'anno, SÍ alla riapertura delle strade già esistenti e ancora chiuse, Sì al sostegno concreto delle economie locali attraverso tante attività legate al nostro Appennino, nel rispetto della sua fragile straordinaria bellezza, patrimonio di TUTTI. Giú le mani dalla montagna e sbrigatevi a ricostruire i paesi, piuttosto. https://www.facebook.com/caiascolipiceno/posts/2586339321443076

 

 

INCONTRI D'INVERNO 2019

Quest’anno ospiti della Bottega del Terzo Settore, gli Incontri d’Inverno del CAI ascolano prendono il via sabato 7 dicembre con Valido Capodarca, un 'inteprete' delle storie che gli alberi raccontano a chi sappia ascoltarle. Grazie alla sua attività editoriale e di ricerca sul territorio, tante straordinarie creature vegetali che costellano il nostro paesaggio hanno acquisito una sorta di status che aiuta a preservarle dall’indifferenza e dall’incuria. E di questi tempi, scusate se è poco. Venerdì 13 dicembre Dario Nanni, architetto di origini spelongane, Past President della Sezione e cultore di storia locale, narrerà le origini ottocentesche dell’alpinismo e CAI ascolano, una delle più antiche sezioni del Centro Sud, che diramano ben oltre gli angusti confini di una provincia. Un’occasione da non perdere, per tutti coloro che frequentano il Club Alpino Italiano e la montagna. Ancora nell’ottocento, sabato 11 gennaio incontreremo la figura eclettica e di Antonio Orsini, magistralmente raccontato da Maria Luce Sestili nel suo omonimo libro: affiancata da Nanni, Maria Luce svelerà il farmacista, il botanico, lo scienziato scopritore di specie vegetali e animali, il patriota e ufficiale nella Prima Guerra d’Indipendenza. Il sorprendente “Sor Antonio” si staglia a paradigma di una rinascenza culturale, politica e morale: eroe dell’Italia migliore, non fatta “per viver come bruti, ma per seguir virtute e canoscenza”. Concludono sabato 1 8 gennaio Francesco Saladini e Maurizio Calibani, tra i pionieri dell’alpinismo ascolano moderno, che della nostra Sezione racconteranno i mutamenti, le lacerazioni e le ricomposizioni che ne svelano, almeno in parte, l’identità odierna, radicata in un consapevole impegno ambientalista e sociale. Tutti gli incontri inziano alle 18:15.

Sabato 7 dicembre  
Valido Capodarca, "Raccontano gli alberi"

Venerdì 13 dicembre  
Dario Nanni, "Le Origini: La fondazione dell’alpinismo e del CAI di Ascoli nell’Ottocento"

Sabato 11 gennaio
Maria Luce Sestili e Dario Nanni, "Antonio Orsini, un gigante ai confini del Regno"

Sabato 18 gennaio
Francesco Saladini e Maurizio Calibani, "Pillole di storia del CAI di Ascoli nel Novecento"