SOLIDARIETA' CON LE REGIONI DEL NORD ITALIA COLPITE DALL'ECCEZIONALE MALTEMPO

Il disastro ambientale che ha colpito il Nord Italia ha danneggiato strade, scuole, abitazioni, attività economiche. Ha strappato boschi, rotto argini, sfiancato montagne.
Le Dolomiti che tanto amiamo, patrimonio Unesco, impiegheranno decenni a rimarginare le ferite provocate dalla furia di un clima che cambia molto in fretta.
Ricambiamo il sentimento di vicinanza che gli amici della SAT, della Sezione di Marostica, di Verona e di tante altre sezioni, città e paesi del Nord Italia ci hanno dimostrato dopo la distruzione portata dal sisma al nostro territorio.
Siamo certi che le genti del Trentino, del Veneto, del Friuli e della Liguria sapranno reagire, con la forza e la tenacia per cui vanno fiere e famose.
E’ tempo di pensare ad un nuovo governo del territorio, che investa con strategia e lungimiranza sulla prevenzione e sulla cura del paesaggio, della montagna e del patrimonio ambientale. E non più sull’ “economia dell’emergenza”, a disastri avvenuti.
Il CAI centrale ha stanziato 50.000€ e aperto una raccolta di fondi per il ripristino di sentieri e rifugi delle regioni colpite.
Si possono effettuare donazioni su:
Conto corrente "Aiutiamo le Montagne di Nord Est"
Banca Popolare di Sondrio
Iban: IT76 Y 05696 01620 000010401X43
La notizia al seguente link:
https://www.rainews.it/tgr/trento/video/2018/11/tnt-Sentieri-montagna-devastati-CAI-lancia-raccolta-fondi-maltempo-c251a033-abfe-4fb9-8e93-2bf2a74bb744.html?wt_mc=2.social.fb.redtgrtaatn_tnt-Sentieri-montagna-devastati-CAI-lancia-raccolta-fondi-maltempo.&wt&fbclid=IwAR1twAOGTQ6ssX7uuwCLzSsK37sf2JEY2JHyNjtqucJ2HqtODQZGeMVeyX8

VENERDI 9 NOVEMBRE h18:15 DA RINASCITA, PROSEGUONO GLI INCONTRI D'AUTUNNO.

Venerdì 9 h18:15 presso la libreria Rinascita, "Escursionismo e archeologia: la presenza dell'uomo nelle aree appenniniche".
Gli Appennini  rappresentano uno straordinario  giacimento di  elementi culturali e di testimonianze del passato. Dai  fanghi marini della Tetide alle tracce delle  comunitá di cacciatori-raccoglitori, dai gruppi neolitici ai produttori delle prime armi di rame,   attraverso le necropoli dell’etá del ferro e i “fundi” della Roma imperiale, fino agli insediamenti dei  popoli  "Barbari", esiste un legame.
Un  escursionista  può facilmente imbattersi  in  tracce del nostro passato archeologico o paleontologico.  Saper  riconoscere  tali segnali dipende  dalla  conoscenza del territorio.  A tal  fine, Giuseppe Vico ci propone un’affascinante perlustrazione della storia plurimillenaria nascosta (ma non troppo) nel nostro Appennino, adatta anche a un pubblico giovane.
In vista dell'incontro, alleghiamo una interessante relazione di G. Vico.

Giuseppe Vico, nato a Sant’Elpidio a Mare (AP) nel 1965 e residente ad Ascoli Piceno, é un raffinato cultore e divulgatore di archeologia, storia antica e paleontologia.  
Collaboratore  dell'Associazione Culturale e Casa Editrice Lamusa, é autore di importanti segnalazioni archeologiche, relatore in numerosi seminari e partner di vari progetti didattici con scuole di ogni ordine e grado.
Assieme  all’Archeoclub d’Italia ha collaborato alla creazione del Deposito Archeologico dei comuni di Folignano e di Maltignano (AP).
Per la Casa Editrice LAMUSA di Ascoli Piceno, é autore di numerose pubblicazioni sul tema della paleontologia, dell’archeologia e della storia, in ambito locale e non solo, tra cui “Nel segno di Raki – La guerra nel Piceno e nel mondo antico, “Quel giorno a Lepanto”, "La Montagna dei Fiori –Archeologia”,  "Archeologia Altomedievale, i secoli bui tra Marche e Abruzzo"

Domenica 4 Novembre 2018 ore 07:30 : Festa d’Autunno al Rifugio Paci

Festa d’Autunno al Rifugio Paci
con pulitura e sistemazione segnaletica orizzontale e verticale CAI del sentiero 401.

Via Recanati (AP)

Domenica 04 novembre 2018 ore 07:30

Anche quest’anno appuntamento per tutti i soci alla tradizionale Festa d’Autunno, organizzata come ogni anno dalla nostra Sezione al Rifugio Paci. Dopo un’escursione si degusterà il pranzo con finale di caldarroste e vino cotto.

Incontri d'Autunno: Venerdì 9 novembre, h18:15 da Rinascita “Escursionismo e archeologia: la presenza dell’uomo nelle aree appenniniche”, con Giuseppe Vico.

Gli Appennini  rappresentano uno straordinario  giacimento di  elementi culturali e di testimonianze del passato. Dai  fanghi marini della Tetide alle tracce delle  comunitá di cacciatori-raccoglitori, dai gruppi neolitici ai produttori delle prime armi di rame,   attraverso le necropoli dell’etá del ferro e i “fundi” della Roma imperiale, fino agli insediamenti dei  popoli  "Barbari", esiste un legame.
Un  escursionista  può facilmente imbattersi  in  tracce del nostro passato archeologico o paleontologico.  Saper  riconoscere  tali segnali dipende  dalla  conoscenza del territorio.  A tal  fine, Giuseppe Vico ci propone un’affascinante perlustrazione della storia plurimillenaria nascosta (ma non troppo) nel nostro Appennino, adatta anche a un pubblico giovane.

Giuseppe Vico, nato a Sant’Elpidio a Mare (AP) nel 1965 e residente ad Ascoli Piceno, é un raffinato cultore e divulgatore di archeologia, storia antica e paleontologia.  
Collaboratore  dell'Associazione Culturale e Casa Editrice Lamusa, é autore di importanti segnalazioni archeologiche, relatore in numerosi seminari e partner di vari progetti didattici con scuole di ogni ordine e grado.
Assieme  all’Archeoclub d’Italia ha collaborato alla creazione del Deposito Archeologico dei comuni di Folignano e di Maltignano (AP).
Per la Casa Editrice LAMUSA di Ascoli Piceno, é autore di numerose pubblicazioni sul tema della paleontologia, dell’archeologia e della storia, in ambito locale e non solo, tra cui “Nel segno di Raki – La guerra nel Piceno e nel mondo antico, “Quel giorno a Lepanto”, "La Montagna dei Fiori –Archeologia”,  "Archeologia Altomedievale, i secoli bui tra Marche e Abruzzo"

 

Incontri d’Autunno 2018.

Tre imperdibili appuntamenti tra natura, storia e archeologia, come sempre alla libreria Rinascita!

 

Attachments:
Download this file (pieghevole-hd.pdf)Pieghevole[ ]4833 kB

IL 20% DI SCONTO PER I NOSTRI SOCI AL FESTIVAL “CRESCENDO”

Giovedì 6 settembre inizia “Crescendo”, prestigiosa rassegna musicale a cura di Ascolipicenofestival, con un concerto del geniale e talentuoso Giovanni Sollima.
Per i nostri Soci è previsto uno sconto del 20% sui biglietti singoli, su presentazione della tessera CAI in corso di validità!
http://www.ascolipicenofestival.org
https://m.cronachepicene.it/2018/09/04/il-viaggio-di-elio-le-pietre-di-sciola-e-il-genio-giovanni-sollima-le-buona-vibrazioni-di-crescendo/62142/

 

 

INFORMATIVA SUL TRATTAMENTO DEI DATI PERSONALI

A partire dal 25 maggio 2018 è entrato in vigore il nuovo " Regolamento Europeo sulla protezione dei dati" (art. 13 reg. UE 679/2016).
In accordo con le nuove disposizioni, potremo utilizzare i vostri dati personali soltanto previa vostra autorizzazione.
Ci farebbe piacere mantenervi informati sulle nostre attività: pertanto, se desiderate rimanere in contatto con noi ed essere aggiornati sulle attività e i progetti, non dovete fare nulla. In questo modo ci autorizzate a proseguire l'invio delle comunicazioni all'indirizzo e-mail sul quale state ricevendo.
Se preferite non ricevere più comunicazioni, potrete essere rimossi dalla nostra newsletter comunicandolo, in qualsiasi momento, alla mail : Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
I vostri dati personali (nome e indirizzo e-mail) saranno utilizzati esclusivamente per l'invio della nostra newsletter e non saranno in nessun caso e per nessun motivo divulgati a terzi.
Grazie per l'attenzione.
Cordiali saluti e Buone Vacanze.
 

ANCHE IL CAI TOSCANO A SOSTEGNO DEI SENTIERI NEL PARCO DEI SIBILLINI

Dopo gli amici della SAT, anche il gruppo regionale toscano è intervenuto ad esprimere concretamente la propria solidarietà alle nostre montagne: otto volontari della Commissione Sentieri e Cartografia del CAI Regione Toscana, provenienti da diverse Sezioni, sono stati impegnati su alcuni sentieri individuati d'intesa con il Parco Nazionale dei Monti Sibillini, nella parte marchigiana e umbra, per una intera settimana.
Hanno partecipato al loro meritevole lavoro anche alcuni soci delle Sezioni di Fermo, di Ascoli Piceno e di Pesaro.
I percorsi sistemati sono i seguenti:
E13 il Grande Anello di Castelluccio, che si sviluppa anche sui sentieri storici numero 560, 556 ed un breve anello del GAS (Grande Anello dei Sibiliini).
E17 Castelluccio – monte Palazzo Borghese – Loc. Foce, che si sviluppa anche sui sentieri storici numero 553, 552, 555, 261 e 154.
Hanno pernottato a Castelluccio, presso il Bed & Breakfast "La Valle delle Aquile" fino a Martedì 26, per poi trasferirsi alla Locanda di Rocca Il Guerin Meschino, nel comune di Montemonaco.
Il loro intervento è valso anche a fare il punto con la dirigenza del Parco sullo stato della rete sentieristica, in via di graduale miglioramento.  Speriamo che l'incontro serva a dare una bella spinta ad una maggiore promozione del territorio.
Un grazie di cuore a Marcello Pesi, a Simone Nannizzi e a tutti gli amici toscani.  Davvero bella, questa sensibilità concreta dei Soci CAI al servizio dei sentieri ... e del ritorno.

Editoria CAI

La Sede centrale CAI, tramite la Struttura Operativa denominata Centro Operativo Editoriale, presieduta da Enrico Pelucchi, ha varato un programma di rinnovamento della propria editoria non periodica, potenziando la produzione libraria, destinata ad ampliare il messaggio culturale del Sodalizio, sia all’interno che all’esterno dell’associazione.
Per realizzare tale obiettivo, accanto alle pubblicazioni tradizionali destinate alla formazione, con la manualistica, gli itinerari escursionistici, le guide alpinistiche e di arrampicata, si è dato avvio a nuove collane dedicate a Personaggi rilevanti nella storia del CAI e della montagna e alla ristampa anastatica di volumi “antichi”, ma sempre attuali. Per ampliare ulteriormente la diffusione della nostra cultura e la distribuzione delle pubblicazioni, si è aperta la collaborazione con Case editrici di livello nazionale, su altri generi letterari: la collana “Passi” per la narrativa (Ponte alle Grazie), la collana “I caprioli” per le narrazioni per i più giovani (Salani), la collana “Saggi sulla montagna” per la saggistica (Franco Angeli).
In allegato il Catalogo 2018 che presenta tutti i libri prodotti o coediti, con le relative e differenziate condizioni di vendita.
Ulteriori informazioni su: http://store.cai.it/

Attachments:
Download this file (Catalogo.rar)Catalogo.rar[ ]1636 kB